non so quanto ancora posso aspettare

tu lo sai che io voglio restare

non so mai se devo darmi da fare

è piuttosto difficile fidarmi di te finché

 

supersonici aeromobili sfrecciano qua e là

e alla radio si sente un pezzo di quarant’anni fa

io mi chiedo come sia possibile a una certa età

liberarsi dalla follia della quotidianità

 

non so quanto ancora posso aspettare

tu lo sai che mi piace ballare

non so ancora se iniziare a parlare

è piuttosto difficile fidarmi di te finché

 

supersonici aeromobili sfrecciano qua e là

alla radio si sente un pezzo di quarant’anni fa

io mi chiedo come sia possibile a una certa età

liberarsi dalla follia della quotidianità

io mi chiedo come sia possibile a una certa età

liberarsi dalla follia della quotidianità

 

non so quanto ancora posso aspettare

non so quanto ancora posso aspettare

non so quanto ancora posso aspettare

non so quanto ancora posso aspettare

 

supersonici aeromobili sfrecciano qua e là

alla radio si sente un pezzo di quarant’anni fa

io mi chiedo come sia possibile a una certa età

liberarsi dalla follia della quotidianità