137 all’ora gli alberi sul finestrino

sfrecciano e spariscono dietro di me

guardo verso l’orizzonte vedo sempre più distante

qui mi sento come a casa più che mai

come gocce di rugiada siedono sui fili d’erba

per vedere il sole all’alba nascere

 

mi levo le scarpe e mi fermo a guardare

da qui c’è una vista straordinaria

poi stendo la mano tu sei qui con me

mi sembra il finale di una favola

 

137 passi ci separano dal mare

la scogliera sembra non finire mai

guardo scivolare il tempo tra le pieghe del pensiero

mi ritrovo sulla pelle il mare blu

come il volo di un gabbiano muovo al vento le mie dita

dipingendo il bordo delle nuvole

 

mi levo le scarpe e mi fermo a guardare

da qui c’è una vista straordinaria

poi stendo la mano tu sei qui con me

mi sembra il finale di una favola

 

 

mi levo le scarpe e mi fermo a guardare

da qui c’è una vista straordinaria

poi stendo la mano tu sei qui con me

mi sembra il finale di una favola

 

137 ore ho lasciato alle mie spalle

e con loro un altro viaggio un altro me

 

mi levo le scarpe e mi fermo a guardare

da qui c’è una vista straordinaria

poi stendo la mano tu sei qui con me

mi sembra il finale di una favola